Sana’a e la notte. Il tempo fra l’incanto e la distruzione“… Questo è il libro che verrà presentato giovedì 14 novembre alle ore 18.00 presso la Locanda Lo Speziale (Via XX Settembre 7). L’autrice è Elena Dak che presenta la nuova edizione, edita da Poiesis, del suo bellissimo volume scritto in precedenza e che ora è stato aggiornato.

Il libro parla della capitale dello Yemen, una città davvero splendida di cui la scrittrice fa un ritratto appassionato e sincero. Sana’a è una città molto particolare, dove passato e presente si mescolano per regalare a chiunque vi posi lo sguardo uno scenario da sogno in grado di unire gli antichi costumi e le usanze medievali alle tensioni della contemporaneità.

Sana’a, capitale dello Yemen, ha rappresentato per tanto tempo l’ideale della città carovaniera lungo la via dell’incenso, la manifestazione reale della città delle Mille e una notte, talmente bella da provocare stupore in qualunque viaggiatore, che ritrovava in essa le stesse forme del sogno, palpitante di vita e di una modernità che non riesce a scalzare del tutto gli antichi costumi e le usanze medievali.

Tra coloro che ne rimasero affascinati ci fu anche Pier Paolo Pasolini, che vi girò alcune scene del Decameron nel 1970 e scrisse: “Se l’idea di Venezia è nata in qualche punto dell’oriente, questo punto è lo Yemen. Sana’a la città più bella dello Yemen, è una piccola, selvaggia Venezia posata sulla polvere del deserto, tra giardini di palme e orzo, anziché sul mare.”

Non è la prima volta che abbiamo il piacere di collaborare con Elena Dak, antropologa, scrittrice e viaggiatrice instancabile, che ha presentato con noi altri libri scritti in precedenza. Saremo coinvolti nella serata, assieme a Medi orizzonti e InAsia, durante la quale l’autrice converserà con Marco Soave, arabista.

Speriamo quindi di vedervi arrivare in tanti, per assistere a una presentazione che sa di spezie!