Dopo averci portati in Islanda, Olanda e Giappone, The Passenger torna in Europa, in Portogallo, periferia geografica oggi al centro delle rotte turistiche. La presentazione avrà luogo venerdì 22 marzo alle ore 20.30 presso la sala Africa di Fondazione Nigrizia (Vicolo Pozzo 1, con ampio parcheggio gratuito).

Con Marco Agosta, caporedattore di Iperborea, racconteremo il dietro le quinte di questa nuova collana già divenuta di culto, dai contenuti curati come un libro e la leggerezza di un magazine. Cultura, economia, politica, costume e curiosità visti attraverso la testimonianza di scrittori, giornalisti ed esperti locali e internazionali: tante storie e diverse voci a comporre un racconto sfaccettato ed eclettico, per scoprire, capire, approfondire, lasciarsi ispirare.

Per raccontarvi il Portogallo contemporaneo si partirà dalla storia di un paese che sta cercando di scrollarsi di dosso un polveroso passato andando incontro a un rinnovamento la cui portata si sta solo cominciando a intravedere.

E poi il passato coloniale che ha dato origine a una società multiforme e ad alcuni fenomeni culturali più interessanti, la penna ironica di Antonio Lobo Antunes, le notti di Lisbona tra fado e musiche afro-portoghesi, la parabola della famiglia Espìrito Santo, la poesia della regione del Barroso, le spiagge di Nazarè entrate negli ultimi anni nel radar dei surfisti big-wave sino all’Angola, da pese di provenienza di tanti immigrati oggi meta di molti portoghesi in cerca di fortuna.