Giovedì 2 maggio vi aspettiamo alla Sala Nervi della Biblioteca Civica di Verona ( Via Cappello 43 )  per la presentazione de ‘ La Macchina del vento’ (Einaudi) , il nuovo libro da solista di Wu Ming 1, componente del noto collettivo di autori bolognesi, che dialogherà con Beppe Muraro.

Pertini, Secchia, Spinelli, Terracini, Di Vittorio…padri della patria, futuri partigiani, costituenti,utopisti: ma tra i confinati a Ventotene c’è chi sogna ancora piú in grande di loro.

Isola di Ventotene, 1939. Mentre in Europa comincia la Seconda guerra mondiale, alla colonia di antifascisti si aggiunge un nuovo elemento, uno scienziato ebreo romano.Giacomo ha un segreto: è reduce da un esperimento che lo ha sconvolto, culminato in una doppia scomparsa. Quella di un amico, finito chissà dove – anzi, chissà quando – e quella dell’unico prototipo esistente di macchina del tempo.

Un giorno Giacomo rivela il proprio segreto ad alcuni compagni di confino. Sulle prime i piú lo ritengono un folle, ma pian piano, nel clima di isolamento della colonia – dove accanto ai dibattiti sul futuro c’è chi come il giovane Erminio si perde in fantasticherie popolate da creature del mito classico – si fa strada l’idea di una grande impresa antifascista: costruire un’altra macchina del tempo, scavalcare gli anni peggiori, modificare la storia. Ma Giacomo può realizzare un nuovo prototipo?

In realtà l’isola sembra il posto perfetto per riuscirci: quello che non manca, a Ventotene, è l’immaginazione…

Wu Ming 1, scrittore e traduttore, è uno dei componenti del celebre collettivo di autori bolognesi che da “Q” ( pubblicato come Luther Blissett) a “54”, “Manituana” e “L’ armata dei sonnambuli” ha dato alle stampe vari libri di culto tutti editi da Einaudi.  Il loro seguitissimo blog è www.wumingfoundation.com/giap. Come solista, Wu Ming 1 ha pubblicato vari volumi tra i quali “Point Lenana”, assieme a Roberto Santachiara.

Beppe Muraro, è giornalista e scrittore nonché ex Presidente del CAI Cesare Battisti di Verona . E’ autore di vari libri, tra i quali “Sui sentieri della libertà – I luoghi della Resistenza sulla montagna veronese “( Cierre 2004)